Studio Bruper

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Il terzo Conto Energia fino al 31/5/2011

E-mail Stampa PDF

Dal 1° gennaio 2011 è andato in vigore il terzo Conto Energia per gli impianti fotovoltaici.
Le novità principali sono: una diversa suddivisione delle fasce di potenza e la riduzione a solo due categorie di realizzazione: impianti a terra ed impianti su edifici. Inoltre è prevista una maggiorazione dell'incentivo per impianti ad alta valenza integrativa e innovativa. Anche le procedure verso il GSE sono state semplificate, richiedendo la sola trasmissione telematica della documentazione. Le tariffe, già ridotte rispetto a quelle del 2010, verranno ulteriormente decurtate ogni quadrimestre di ogni anno, fino al 2013. In allegato troverete il testo integrale della nuova guida del GSE.

scarica allegato

E’ del 24 agosto 2010 la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (n. 197) del testo definitivo del nuovo provvedimento che incentiverà il FV nel periodo 2011-2013.

Il testo ufficiale del decreto è lo stesso sottoposto e approvato il 9 luglio 2010 durante la Conferenza Unificata Stato-Regioni nel quale sono state prese in esame le riduzioni tariffarie, le tipologie d’impianto incentivabili, la potenza cumulativa e i premi previsti per impianti particolari.

Uno degli aspetti principali del nuovo decreto riguarda le diverse riduzioni tariffarie che si succederanno nel corso del periodo di validità e che si sono rese necessarie in quanto il costo degli stessi pannelli fotovoltaici si è ormai ridotto rispetto agli anni scorsi. Nonostante i tagli in programma il livello delle tariffe resterà buono e garantirà sicuramente la convenienza degli investimenti negli impianti, siano essi residenziali o industriali.

TARIFFE
Nel 2011 si avranno tre riduzioni delle tariffe ogni 4 mesi programmate per rendere più soft il passaggio ed evitare la corsa a fine anno come accaduto con il 2° C.E.
Per il 2012-2013 ci sarà invece una riduzione del 6% annuo, aspetto che si traduce in un vantaggio per il consumatore che, grazie al contenimento degli oneri di sistema, non risentirà più della loro ricaduta sulla propria bolletta elettrica.
In linea generale la riduzione delle tariffe sarà più contenuta per gli impianti di piccola dimensione e crescerà gradualmente per quelli di potenza maggiore.

CLASSI DI POTENZA
Parallelamente sono state individuate anche sei classi di potenza e per ognuna di esse è stata individuata la relativa tariffa: da 1 a 3 kW, da 3 a 20 kW, da 20 a 200 kW, da 200 a 1000 kW, da 1000 a 5000 kW e oltre 5000 kW (vedi tabella).

Come per il decreto precedente anche la nuova edizione del Conto Energia garantirà una tariffa incentivante per i 20 anni successivi al collegamento dell'impianto stesso, sia esso di proprietà di persone fisiche, giuridiche, soggetti pubblici o condomini.

TIPOLOGIA D'IMPIANTI INCENTIVABILI
E’ stata confermata la semplificazione delle tipologie d’impianto che potranno godere degli incentivi: impianti su edifici e impianti a terra, abbandonando la precedente classificazione fatta in base all’integrazione architettonica del sistema.

PREMI
Grazie al nuovo decreto incentivante verranno assegnati anche premi del 5% in base alle aree in cui sorgerà il sistema: discariche, cave, ex aree industriali, siti da bonificare, sostituzione di eternit.

 

Cos'è un impianto fotovoltaico



Previsioni meteo per tutti i comuni italiani e località turistiche
19°C
Roma
Sereno con innocue velature
Umidità: 69%
Vento: 2 nodi variabile






Notizie Flash da Repubblica.it

L'Anea a Barcellona convegno sull'energia

L'ANEA, Agenzia napoletana energia ambiente, partecipa oggi a Barcellona al primo meeting internazionale di Shaams, progetto finalizzato ad accelerare lo sviluppo del comparto solare nel Mediterraneo. L'Anea è impegnata nel coordinamento delle attività che mirano a sensibilizzare le decisioni politiche attraverso la promozionee l'attuazione nuove strategie e nuovi meccanismi di finanziamento in materia di energie rinnovabili. Per il direttore dell'Anea Michele Macaluso, le energie rinnovabili «stanno conquistando sempre più l'interesse delle aziende che operano nel napoletano».

{loadposition art}

Notizie Flash

Clini: «Nessun limite al fotovoltaico»

«Giusto diminuire le sovvenzioni, ma non ci deve essere
un tetto massimo alla produzione di energia solare»

VERONA - «Non ci deve essere un limite massimo alla produzione fotovoltaica in Italia». Questa frase del ministro dell'Ambiente, Corrado Clini, ha scatenato un'ovazione nella gremita sala dove si sono tenuti gli Stati generali delle energie rinnovabili e dell'efficienza energetica in Italia, nella giornata inaugurale del Solarexpo 2012 a Verona, la più importante fiera italiana del settore. Applauso che ha sancito la rinnovata pace tra il ministro e il settore fotovoltaico, in rivolta da circa un mese a questa parte dopo la

Leggi tutto...