Studio Bruper

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
E-mail Stampa PDF

Iter ENEL

 

1. Preliminare: 30 giorni per la Bassa Tensione e 90 giorni per la Media Tensione per avere ok da Enel ad aprire il cantiere. Questa autorizzazione la si ha facendo un progetto preliminare ad Enel con schemi elettrici, unifilari, computi metrici, ecc.

2. Parallelamente, si richiedono le dovute autorizzazioni presso gli enti pubblici:DIA, permesso di costruire, pratiche paesistiche, ecc.

3. Attesa di
tre mesi preautorizzativi prima di cantierare per la MT, un mese per la BT (MT per impianti > 100 kWp; BT per impianti < 100 kWp);

4. Installazione impianto.

5. Comunicazione di fine lavori all’Enel, con tutte le specifiche elettriche definitive, il certificato di collaudo dell’impianto e la dichiarazione di conformità dello stesso. Enel esce ad allacciare l’impianto entro 30 giorni per la BT e 90 giorni per la MT. Quindi, tra preliminare, lavori ed allaccio, necessitiamo di:

1. almeno 2 mesi e mezzo per la BT;

2. 8-10 mesi (10 se entrano in gioco particolari pratiche autorizzative presso gli enti pubblici) per la MT.

Una volta finito questo iter con Enel, si fa la pratica GSE, anche se l’incentivo viene riconosciuto retroattivamente dal giorno del verbale di allaccio in rete firmato da Enel.

 

Cos'è un impianto fotovoltaico



Previsioni meteo per tutti i comuni italiani e località turistiche
19°C
Roma
Sereno con innocue velature
Umidità: 69%
Vento: 2 nodi variabile


Notizie Flash da Repubblica.it

Energia, dall'Ue 24 milioni alle imprese emiliane che investono nella green economy

Il nuovo fondo di finanza agevolata si inserisce nella politiche d'intervento della Regione Emilia-Romagna verso le pmi del territorio in tema di efficientamento e di rinnovabili

Incrementare gli investimenti delle imprese volti alla creazione di beni e servizi destinati a migliorare l'efficienza energetica e lo sviluppo delle fonti rinnovabili. E' l'obiettivo del nuovo "fondo rotativo di finanza agevolata per il finanziamento della green economy", approvato dalla Regione Emilia-Romagna nell'ambito dell'Asse 3 del Por Fesr 2007-2013 e finanziato con i fondi europei.

Leggi tutto...

Notizie Flash

Kyoto sorpresa: la crisi rimette l'Italia nei parametri

In marzo una flessione della domanda del 10%. Ma la vera sfida è quella che attende i Paesi da oggi al 2020

Calano i consumi di energia e così l'Italia rientra finalmente nei parametri di Kyoto, proprio nell'ultimo anno di vita del protocollo. Nel primo trimestre 2012, infatti, la domanda di energia si è ridotta dell'1,7%, ma la flessione di marzo, del 10,2%, indica un trend discendente ancora più marcato. Il tonfo è particolarmente evidente nella

Leggi tutto...