Studio Bruper

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Procedura di accesso agli incentivi

E-mail Stampa PDF

Procedura di accesso alle tariffe

Fino a quando non sarà disponibile la relativa applicazione sul portale informatico del GSE, i Soggetti Responsabili dovranno fornire le indicazioni e i dati di seguito specificati compilando manualmente i modelli cartacei e i documenti previsti nell’Allegato 1 del D.M. 11 Aprile 2008.
Per richiedere le tariffe incentivanti del Conto energia, il soggetto responsabile dell’impianto solare termodinamico deve far pervenire al GSE, entro 60 giorni dalla sua entrata in esercizio, la documentazione prevista nel D.M. 11 Aprile 2008. Ai fini del rispetto dei termini per la richiesta di riconoscimento della tariffa incentivante, vale la data di inoltro della domanda che, nel caso di inoltro a mano, corriere espresso, posta prioritaria o posta ordinaria, coincide con la data di ricevimento della domanda stessa da parte del GSE. Nel caso di invio a mezzo raccomandata, la data di inoltro della domanda coincide con la data di spedizione.
La richiesta di incentivazione deve essere elaborata seguendo le indicazioni riportate nel D.M. 11 aprile 2008, nella Delibera AEEG n. 95/08. In particolare, il soggetto responsabile dovrà:
a. effettuare la registrazione (se non è già in possesso delle credenziali di accesso) e accedere al portale per l'incentivazione del solare termodinamico;
b. inserire i dati tecnici caratteristici dell’impianto;
c. caricare almeno 5 diverse fotografie dell'impianto;
d. stampare, successivamente, la scheda tecnica finale dell’impianto;
e. per la richiesta delle tariffe incentivanti, inviare al GSE i seguenti documenti, previsti nell’Allegato 1 del D.M. 11 Aprile 2008:
  • documentazione finale di progetto dell’impianto;
  • scheda tecnica finale d’impianto;
  • certificato di collaudo dell’impianto;
  • dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà autenticata;
  • copia della denuncia di apertura di officina elettrica presentata all’UTF (per impianti superiori a 20 kW).


Inoltre, dovranno essere indicati la stima del rendimento globale del ciclo termodinamico, del sistema di concentrazione e del sistema di produzione di energia elettrica ed ogni elemento utile alla determinazione della produzione netta e della produzione netta attribuibile alla fonte non solare (negli impianti ibridi).
Ad ogni richiesta sarà assegnato automaticamente un numero identificativo dell’impianto solare termodinamico. Tale numero identificativo dovrà essere utilizzato per la richiesta dell’incentivo e per qualsiasi comunicazione del Soggetto Responsabile inerente l’incentivazione.
Le richieste di incentivazione, corredate dell’apposita documentazione di supporto, dovranno essere inoltrate a:
Gestore dei Servizi Energetici – GSE S.p.A.
Incentivazione impianti solari termodinamici ai sensi del D.M. 11 aprile 2008 N°= (Numero identificativo Impianto)
Viale Maresciallo Pilsudski, 92
00197 - Roma?
Le richieste possono pervenire:
  • a mezzo di plico raccomandato con avviso di ricevimento (A.R.);
  • tramite posta celere, posta prioritaria o ordinaria;
  • tramite consegna a mano;
  • tramite corriere.

Ogni plico dovrà contenere una sola richiesta.

L'Ufficio Protocollo del GSE è aperto al pubblico nei giorni feriali (lunedì-venerdì) negli orari 8.30-13.00 e 13.30-17.30.
Entro 60 giorni dalla data di ricevimento della richiesta, completa di tutta la documentazione sopra richiamata, il GSE verifica la documentazione e comunica l’esito dell’istruttoria. Su richiesta del Soggetto Responsabile dell’impianto, il GSE può anche effettuare una verifica preventiva di conformità di un progetto di un impianto solare termodinamico ai requisiti previsti dalla normativa. Tale verifica preventiva si conclude in 90 giorni.
La verifica preventiva
Su richiesta del soggetto responsabile, entro 90 giorni dal ricevimento della richiesta, il GSE effettua una verifica preventiva di conformità del progetto dell’impianto solare termodinamico, anche ibrido, alle disposizioni del D.M. 11 Aprile 2008, e ne dà comunicazione all’interessato attestando l’ammissibilità dell’impianto al sistema di incentivazione.
Alla richiesta di verifica preventiva dovranno essere allegati:
  1. il progetto preliminare dell’impianto solare termodinamico;
  2. i dati tecnici dell’impianto al fine di determinare le condizioni tecniche minime per l’ammissione all’incentivazione (fluido termovettore, fluido per l’accumulo termico, superficie captante, dati sul sistema di accumulo termico, modalità di connessione alla rete elettrica, nel caso di impianti ibridi modalità di inserimento dell’energia termica da fonte solare all’interno del ciclo termodinamico convenzionale).
Il riconoscimento della tariffa incentivante potrà avvenire solo successivamente all’entrata in esercizio dell’impianto (articolo 5, commi 4,5,6,7,8 del D.M. 11 Aprile 2008).
Si sottolinea, inoltre, che la verifica preventiva di conformità non determina priorità né stabilisce alcun diritto al riconoscimento della tariffa in relazione al limite massimo della potenza nominale cumulativa incentivabile stabilita ai sensi dell’articolo 12 comma 1 del D.M. 11 Aprile 2008.
 

Previsioni meteo per tutti i comuni italiani e località turistiche
19°C
Roma
Sereno con innocue velature
Umidità: 69%
Vento: 2 nodi variabile